Coronavirus, lo sport in ginocchio: rinviate 3 gare di A, rischio per la sfida europea dell’Inter

Posticipate Inter-Samp, Atalanta-Sassuolo e Verona-Cagliari; il governo ha fermato lo sport in Lombardia e Veneto. Difficile immaginare le date dei recuperi, ma l’allarme potrebbe non esaurirsi in breve tempo. 5 le gare rinviate in C: c’è anche Piacenza-Sambenedettese. La Figc allestisce una task force medica.

L’impennata dei contagi sta portando alle prime misure forti in Italia, che non possono non riguardare anche lo sport. Ieri sera il governo ha bloccato tutte le gare di tutti gli sport, di tutte le categorie, in programma oggi in Lombardia e Veneto, comprese dunque le tre gare di Serie A. San Siro, che questa sera avrebbe dovuto ospitare Inter-Sampdoria, resta chiuso. Così come lo stadio di Bergamo per Atalanta-Sassuolo e quello del Verona che aveva in programma la sfida con il Cagliari. In B già era saltata ieri Ascoli-Cremonese (nonostante per i lombardi si trattasse di una trasferta), mentre in Serie C, sono cinque le gare rinviate: oltre a quelle delle zone del provvedimento, Giana-Como, Lecco Pro Patria, Arzignano Valchiampo-Padova e Feralpisalò-Carpi, anche Piacenza-Sambenedettese.

Tornando alla Serie A, le sei società coinvolte sembra abbiano appreso la notizia soltanto nella tarda serata di ieri durante la conferenza stampa del premier Conte. L’Inter tornerà ad allenarsi nella mattinata di oggi, in vista della gara di Europa League di giovedì a San Siro con il Ludogorets, altra partita ovviamente a rischio. L’ipotesi al momento più probabile è che si giochi a porte chiuse. Al Centro Suning comunque erano già state attivate alcune misure di sicurezza: chiunque volesse entrare doveva dimostrare con il proprio documento di non provenire dagli undici comuni del focolaio.

LE PARTITE A RISCHIO IN A

Intanto tifosi e addetti ai lavori, calendario alla mano, stanno studiando quali siano le partite a rischio nell’immediato futuro, visto che un allarme del genere difficilmente si può esaurire in un paio di giorni. Ammesso che l’allarme non si estenda, nella prossima giornata l’unica partita di Serie A a dover essere rinviata sarebbe Milan-Genoa, visto che il provvedimento promosso dal ministro dello Sport Spadafora per ora riguarda solo lo stop delle gare sul territorio lombardoveneto, non impedendo dunque alle squadre che qui hanno sede di giocare in trasferta (a meno che gli atleti non vengano dalle zone del contagio). Non ci dovrebbero quindi essere problemi ad esempio per le due semifinali di ritorno di Coppa Italia, che vedranno il 4 e 5 marzo Inter e Milan impegnate rispettivamente a Napoli e a Torino con la Juve.

IL RECUPERO DELLE GARE DI OGGI 

Ancora difficile immaginare quando si possano disputare i recuperi delle tre gare rinviate oggi, soprattutto per quanto riguarda la sfida dell’Inter e dell’Atalanta. La squadra di Conte è infatti impegnata sia in Europa League, sia in Coppa Italia; quella di Gasperini sta andando alla grande in Champions League.

TASK FORCE MEDICA DELLA FIGC 

Intanto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha deciso di allestire una task force dei medici della federazione per analizzare la situazione d’emergenza Coronavirus e dare indicazioni precise sull’attività delle squadre nazionali. Domattina è prevista una riunione nella sede di via Allegri. Intanto sono stati rinviati gli stage delle nazionali Under 19 maschi e femminile.